Home >> Ambasciata Madrid,Comites Barcellona,Comites Madrid,Il Comites informa,Isole Canarie,Primo piano >> Necessaria l’apertura di un Ufficio Consolare di carriera per le Isole Canarie
Necessaria l’apertura di un Ufficio Consolare di carriera per le Isole Canarie

Nella giornata del 16 marzo 2019, presso il “Gabinete Literal” di Las Palmas (Gran Canaria), si è tenuto l’incontro di coordinamento e di “Sistema Paese”, promosso dall’Ambasciata d’italiana di Madrid. Alla riunione aperta dall’Ambasciatore Stefano Sannino, accompagnato dal Ministro Consigliere di  Ambasciata Roberto Frangione, il Consigliere Culturale Luis Cavalieri, la Console Generale di Barcellona Gaia Danese e la Capo Cancelleria Consolare di Madrid Cristiana Cuneo, nell’elegante Palazzo sede del “Gabinete Literario”. Curata fin nei minimi dettagli, la riunione ha permesso un vivace confronto tra comunità e parlamentari eletti all’estero con i Consoli Onorari presenti ( Marcello Memoli di Malaga, Francesco Milani di La Coruña, José Carlos De Blasio di Las Palmas di Gran Canaria, Luciana Schiavarelli di Pamplona, Silvio Pelizzolo di Tenerife e Lanfranco Fabbro di Ibiza).  La rappresentanza del Com.It.Es di Madrid alla riunione era formata dal Presidente Pietro Mariani accompagnato, dal Segretario Giovanni Simone e  dal Vicepresidente Andrea Lazzari. Il Comites di Barcellona era rappresentato dal suo Presidente Alessandro Zehentner.

Ambedue i Presidenti dei Comites spagnoli si sono lamentati con gli onorevoli presenti per le difficolta operative di funzionamente per l’esercizio 2019, dovute ai tagli già praticati dal MAECI ai contributi assegnati ad ogni comitato nel mondo e in concreto ai comites spagnoli,  che praticamente riducono del 50% i fondi che erano stati erogati nel 2018 e che, dopo anni di riduzioni di bilancio, avevano permesso nel 2018 la realizzazione di numerose attività sociali, di sostegno alle iniziative delle associazioni e a quelle informative per la comunità, legate soprattutto alla nuova emigrazione (Vedi pubblicazione del Vademecum CIAO ESPAÑA). Tagli che sono stati decisi dal governo attuale nella ultima legge finanziaria.
I deputati e Senatori presenti hanno preso nota. La deputata Elisa Siracusa, del Movimento 5 Stelle, ha coinciso con il senatore Fantetti sull’importanza di “fare squadra” in Parlamento e ha definito la nostra comunità all’estero “eterogenea e complessa”. Schirò e Ungaro da parte loro hanno ricordato che l’ultimo governo Gentiloni aveva aumentato le risorse per i Comites e che questi tagli lineari apportati dal governo attuale, stavano creando non poche difficoltà, Molti Comites nel mondo rischiano in alcuni casi il collasso operativo per mancanza di fondi per onorare impegni di bilancio gia presi in precedenza. Mettendo a rischio la continuità dei servizi erogati e la esistenza dei Comites stessi.
In tale contesto, il rappresentante CGIE Spagna e Portagallo, Giuseppe Stabile, per la parte di competenza, dopo aver dato i ringraziamenti per l’incontro convocato per la prima volta nell’Arcipelago, con la presenza della quasi totalità dei Deputati e Senatori, eletti nella circoscrizione Europa (Laura Garavini, Massimo Ungaro e Angela Schirò per il PD, Simone Billi per la Lega, Raffaele Fantetti per Forza Italia e Elisa Siragusa per il M5S, NDR) , ha sottolineato “l’importanza di un ritorno dell’attività istituzionale, avendo perso la stessa nel tempo la funzione primaria. Pur in una ottica di contenimento della Spesa pubblica, che comunque non dovrebbe mai incidere sul servizio, bensì sullo spreco, l’obiettivo è garantire il mantenimento di un’efficiente erogazione delle prestazioni consolari”. A tal proposito, si è ribadita la necessità di restituire dignità economica agli Uffici onorari, porta d’ingresso dell’immagine dell’Italia.
Altresì, sono stati trattati vari temi di interesse, ampiamente esposti nel contesto di più di una Assemblea Plenaria del CGIE, che allo stato non hanno avuto ancora seguito (vds. disparità di trattamento IMU, percezione da parte dello Stato della gravità dell’attuale esodo, modifica convenzioni internazionali, ETD, adeguamento Scuole italiane sul territorio, etc.).
Infine, affinché venga apprezzato il lavoro di attenzione alle crescenti e mutevoli esigenze della collettività, che spesso impattano con difficoltà della lingua, normativa locale, scarse qualifiche, tutti elementi che ricadono nell’integrazione, si è richiesto l’aumento delle risorse; l’apertura di un Ufficio Consolare dei ruoli di carriera, integrandolo con l’esperienza delle figure Onorarie ed il conseguente ripristino del Comites delle Isole Canarie.
La riunione ha concordato di impegnarsi a trovare soluzioni attraverso la collaborazione di tutti gli intervenuti con coesione e unità, da esprimere con azioni e iniziative supportate dai fatti.”
Un evento pubblico, che ha visto la partecipazione di una nutrita rappresentaza della comunità italiana residente nelle isole Canarie, presidenti e soci delle associazioni italiane operanti nel territorio e rappresentanti delle autorità locali spagnole ha concluso la giornata di lavoro. Ha fatto gli onori di casa durante le due giornate di lavoro che sono state organizzate egregiamente, il Console Onorario di Las Palmas di Gran Canaria, a cui va un sentito ringraziamento del Com.It.Es di Madrid per il lavoro costante di assistenza ai nostri connazionali e che si ricorda che è un incarico non remunerato e quindi puramente volontario. Complimenti Dott. Carlos De Blasio!

the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top