Home >> Notizie >> REFERENDUM TRIVELLE: OPZIONE RESIDENTI TEMPORANEI ALL’ESTERO PROROGATA AL 15 MARZO
REFERENDUM TRIVELLE: OPZIONE RESIDENTI TEMPORANEI ALL’ESTERO PROROGATA AL 15 MARZO
È stato prorogato al 15 marzo il termine per gli italiani temporaneamente all’estero che volessero indicare al comune di residenza la loro volontà di votare per corrispondenza al referendum del 17 aprile.

Come noto, il termine per esercitare questa opzione era stato fissato al 26 febbraio: si tratta di un termine previsto dalla legge, visto che dipende dalla data di pubblicazione del decreto con cui il Presidente della Repubblica indice le elezioni.
Visto che la prossima, però, sarà la prima elezione in cui anche i lavoratori, gli studenti e chiunque sia all’estero per cure potrà votare per corrispondenza (prima questa possibilità era concessa solo a militari e personale diplomatico) il termine per esercitare questa opzione – comunicandola al comune – è stato prorogato alle ore 12.00 del 15 marzo.
Entro quella data, i connazionali interessati dovranno far pervenire la loro richiesta: tutte le informazioni e i fac simile dei moduli da inviare sono disponibili sui siti web dei consolati.
È invece scaduto improrogabilmente il 26 febbraio il termine per esercitare l’opzione di voto in Italia per gli iscritti Aire. (Fonte: aise)

Allegati:

·> [Modello esercizio opzione per il voto all’estero dei cittadini TEMPORANEI – da inviare direttamente al COMUNE] – PDF versione editabile da compilare con il computer (poi deve essere stampato e firmato)

·> [Modello esercizio opzione per il voto all’estero dei cittadini TEMPORANEI – da inviare direttamente al COMUNE] – PDF non editabile da stampare, compilare a mano e firmare

In caso di problemi si consiglia di scaricare il modello non editabile, che può essere stampato e compilato a mano.

 

the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top