Home >> Politica >> Riunito il CDM a Palazzo Chigi: nuove nomine e misure a sostegno dell’economia
Riunito il CDM a Palazzo Chigi: nuove nomine e misure a sostegno dell’economia

 Il 5 Maggio scorso si è riunito a Palazzo Chigi, sotto la presidenza del Presidente Silvio Berlusconi, il Consiglio dei Ministri.

Dopo la nomina di 9 nuovi Sottosegretari di Stato, su proposta del Presidente Berlusconi, il Consiglio ha poi approvato, su proposta del Presidente Berlusconi e del Ministro Tremonti, un decreto-legge che prevede misure diverse finalizzate allo sviluppo e al rilancio dell’economia.

Il decreto contiene disposizioni nelle seguenti materie: riconoscimento di un credito d’imposta in favore delle imprese che investono in ricerca scientifica; riconoscimento di un credito d’imposta per incentivare l’assunzione a tempo indeterminato di lavoratori svantaggiati nel Mezzogiorno; istituzione nei territori costieri dei distretti turistico-alberghieri per rilanciare l’offerta turistica nazionale; semplificazioni procedurali per accelerare la realizzazione delle opere pubbliche anche d’interesse strategico nazionale (grandi opere); interventi per il rilancio dell’edilizia privata con varo di un nuovo “piano casa”; riduzione degli oneri burocratici, anche concernenti la normativa sulla privacy; numerosi interventi di semplificazione fiscale in favore di imprese e cittadini; semplificazione e rilancio delle attività imprenditoriali, con particolare riguardo al settore del credito; fondo per il merito nel sistema universitario; piano triennale per l’immissione in ruolo del personale della scuola; istituzione dell’Agenzia nazionale per la regolazione e la vigilanza in materia di acqua, organismo indipendente a tutela dei cittadini utenti, con compiti di regolazione del mercato nel settore delle acque pubbliche e di gestione del servizio pubblico locale idrico integrato; misure per garantire l’operatività del Corpo nazionale dei Vigili del fuoco.

Il Consiglio ha poi approvato una serie di provvedimenti. Tra questi, su proposta del Presidente del Consiglio, del Ministro del turismo, Brambilla, del Ministro per la semplificazione normativa, Calderoli e del Ministro dello sviluppo economico, Romani, un decreto legislativo che contiene disposizioni normative tese ad aggiornare la materia del turismo, alla luce dell’evoluzione del settore, della riforma del Titolo V della Costituzione e delle recenti pronunce della Corte costituzionale; su proposta del Ministro dell’economia e delle finanze, Tremonti, un disegno di legge per l’accoglimento di talune modifiche allo statuto del Fondo monetario internazionale, deliberate dal Consiglio dei Governatori, con gli obiettivi di rafforzare la presenza dei Paesi emergenti o in via di sviluppo nel Consiglio di Amministrazione del Fondo e la previsione dell’aumento della quota di partecipazione dell’Italia, in coerenza con l’accresciuta importanza economica del Paese; su proposta del Ministro degli affari esteri, Frattini, un disegno di legge per la ratifica e l’esecuzione dell’Accordo tra l’Unione europea e la Giordania in materia di trasporto aereo; su proposta del Ministro per i beni e le attività culturali, Galan, un regolamento che determina i criteri in base ai quali può essere riconosciuta una forma organizzativa speciale alle Fondazioni lirico-sinfoniche; su proposta del Ministro dell’interno, Maroni, un regolamento che migliora la concreta operatività delle disposizioni che regolano il Fondo di rotazione per la solidarietà alle vittime dei reati di tipo mafioso, per ottenere maggiore efficacia, certezza ed economicità delle procedure di risarcimento alle vittime; su proposta del Ministro del lavoro, Sacconi, uno schema di regolamento che reca misure di tutela della salute e della sicurezza dei lavoratori che svolgano attività in luoghi caratterizzati da un rischio infortunistico particolarmente elevato; su proposta del Ministro dell’istruzione, dell’università e della ricerca, Gelmini, uno schema di regolamento che dà attuazione alla riforma universitaria nella parte che riguarda il trattamento economico dei professori e dei ricercatori universitari, con il criterio (già enunciato nella riforma stessa) della trasformazione da biennale a triennale della progressione economica, con invarianza complessiva e decorrenza dal primo scatto successivo a quello in corso alla data di entrata in vigore della legge di riforma.

Il Consiglio ha poi approvato uno schema di decreto legislativo che definisce le sanzioni per le violazioni delle disposizioni contenute nei Regolamenti europei 1234/2007 e 543/2008 in materia di commercializzazione di carni da pollame.

Il Consiglio ha poi avviato l’esame del decreto-legge che attribuisce un indennizzo straordinario per le persone danneggiate da trasfusioni, somministrazione di emoderivati e vaccinazioni obbligatorie. L’esame proseguirà in una prossima seduta.

È stato approvato, infine, su proposta del Presidente Berlusconi e dei Ministri Brunetta, Maroni e Tremonti, l’accordo sindacale per il personale della carriera prefettizia relativo al biennio 2008-2009. (aise)

the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top