Home >> Dalle Associazioni,Notizie >> Piemontesi nel mondo: il 26 maggio al Museo Regionale dell’Emigrazione di Frossasco la “Festa del Piemonte”
Piemontesi nel mondo: il 26 maggio al Museo Regionale dell’Emigrazione di Frossasco la “Festa del Piemonte”

Fra le molteplici e qualificanti iniziative che hanno contraddistinto e contraddistinguono i trentacinque anni di operosa attività dell’Associazione Piemontesi nel Mondo, assume particolare rilevanza la celebrazione della “Festa del Piemonte“, deliberata con legge regionale n. 26 del 10/04/1992, che all’articolo 2 testualmente recita: “Al fine di favorire la conoscenza della storia del Piemonte, di valorizzare l’originale patrimonio linguistico, di illustrare i valori di cultura, di costume, di civismo, nel radicamento e nella loro prospettiva, nonché di far conoscere adeguatamente lo Statuto e i simboli della Regione, è istituita la FESTA DEL PIEMONTE. Essa ricorre il 22 maggio nel giorno anniversario della promulgazione dello Statuto Regionale, avvenuta il 22 maggio 1971“.

Un evento che l’associazionismo piemontese nel mondo sta trasformando anche come momento centrale di recupero delle radici, di riaggregazione ai valori culturali della regione d’origine, di ponte, di impegno e di unione con la terra dei padri. È un grande sforzo di fantasia e realtà progettuale che i piemontesi nel mondo sentono come distintivo qualificante della loro presenza nella società globalizzata; che credono possibile un ruolo attivo della società della diaspora nei processi di sviluppo del Piemonte e dei Paesi nei quali vivono; che non accettano di diventare indistinti iceberg vaganti nell’immenso mare dell’omologazione culturale.

Lontani anni luce sono quelle lunghe lettere in cui gli emigrati vergavano le proprie emozioni, la propria nostalgia, il proprio sradicamento, a volte con la certezza di non più rivedere il campanile o il cimitero degli avi. Una lettera che sembrava non arrivare mai, così come la risposta, le notizie del “paese”, dei fratelli lasciati a coltivare gli orti, o del padre, che chissà se era ancora vivo. In questi anni, attraverso la consistente rete dell’Associazionismo piemontese all’estero, si sono difese le ragioni della memoria e dell’identità di coloro che hanno dovuto costruire altrove la loro vita, ma si è soprattutto creato un tessuto di rapporti e relazioni che rappresenta una ricchezza per il Piemonte e l’intera società piemontese sul territorio e oltre confine.

Nel pinerolese e specificatamente presso il Museo Regionale dell’Emigrazione la “Festa del Piemonte” verrà celebrata sabato 26 maggio con inizio alle ore 9.30 e a Cantalupa al pomeriggio, organizzata dall’Associazione Piemontesi nel Mondo in collaborazione con il Museo Regionale dell’Emigrazione e del Comune di Frossasco, con partecipazione di delegazioni del territorio.

Fonte: (aise.it)

the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top