Home >> Dall'Italia,Notizie,Primo piano >> La Dante: l’italiano nel mondo deve essere tutelato di più
La Dante: l’italiano nel mondo deve essere tutelato di più

Migliaia di visitatori dall’Italia e dall’estero (il 44% del totale) attraverso il sito ufficiale della Società Dante Alighieri hanno ribadito una convinzione ormai incontestabile: si potrebbe fare molto di più per la promozione e la tutela della lingua italiana nel mondo.

Il sondaggio, promosso dalla Dante, conferma l’opinione negativa rispetto all’impegno profuso dalle nostre Istituzioni – anche confrontandolo con quello degli altri Paesi europei – nei confronti dell’idioma nazionale.

Alla percentuale, già notevole, del 44% va inoltre aggiunto il 25% di utenti che alla domanda “Quanto secondo Lei viene promossa e tutelata la lingua italiana nel mondo?” ha risposto “In maniera insufficiente” e l’8% che ha affermato “Per niente”. Decisamente minore la percentuale degli ottimisti: il 6% si è sbilanciata favorevolmente rispondendo “Molto”, il 9% “In maniera appena sufficiente” e l’8% “Discretamente”.

Stesse convinzioni quando la seconda domanda del sondaggio ci proietta in ambito europeo: “A Suo parere che ruolo ha la lingua italiana nel Parlamento e nella Commissione Europea?”. Basse percentuali per “Importante” (7%), “Molto importante” (8%) e “Normale” (13%); quasi unanimità di scelte per “Marginale” (72%).

Il maggior numero di utenti che hanno partecipato al sondaggio proviene da Argentina, Grecia, Spagna, Svizzera e Brasile. (aise)

the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top