Home >> Comites Madrid,Comunicazioni,Il Comites informa,Notizie,Notizie dai Comites,Politica,Primo piano >> Elezioni Europee 2014 – “Scegli chi guiderà l’Europa” – chi e come votare.
Elezioni Europee 2014 – “Scegli chi guiderà l’Europa” – chi e come votare.

Il Com.It.Es. di Madrid ricorda, a tutti i connazionali residente in Spagna, che i giorni 23 e 24 Maggio in occasione delle Elezioni Europee 2014, siamo chiamati ad adempiere ad un importante compito in quanto cittadini dell’Unione Europea: “scegli chi guiderà l’Europa”.



Possono votare tutti i cittadini aventi diritto al voto di tutti gli stati membri dell’Unione Europea. Questa del 2014 sarà l’ottava elezione dell’Unione europea per eleggere i rappresentanti del Parlamento Europeo, dalle prime elezioni che si sono tenute nel 1979.

Come si vota?
Si vota disegnando una croce sul partito che si vuole sostenere e, se si desidera, si possono indicare fino a tre preferenze,(dovranno obbligatoriamente essere indicati candidati di sesso diverso pena l’annullamento del voto, questo per rispettare la legge sulla parità di genere approvata dalla camera in via definitiva e volta a garantire una maggiore rappresentatività di genere). I nomi dei tre candidati scelti si possono scrivere all’interno delle apposite righe, posizionate al fianco del rettangolo contenente il contrassegno della lista votata. Bisogna scrivere nome e cognome, oppure soltanto il cognome del candidato o dei candidati scelti.

I nostri candidati:
Ogni paese elegge un numero di eurodeputati in proporzione alla propria dimensione e popolazione. Come cittadini Italiani, appartenenti all’Unione Europea, eleggiamo 73 deputati al Parlamento Europeo: 11 partiti hanno presentato i loro candidati.

I deputati, dopo il voto, si riuniscono in gruppi politici non in base alla loro nazionalità ma in funzione delle loro affinità politiche. Votare per le europee vuol dire quindi anche imparare quali partiti europei e idee ci sono dietro alle sigle dei 7 gruppi politici europei:

PARTITO POPOLARE EUROPEO
Il gruppo racchiude oltre 70 partiti nell’Unione e riunisce le forze politiche pro-europee di centro e centro-destra degli Stati membri dell’Ue. È il gruppo più numeroso al Parlamento europeo, con 273 deputati di cui 34 italiani. I partiti iscritti a questo gruppo sono:  Forza Italia: ha presentato 73 candidati in tutto, tra cui 30 donne. I capolista sono: Giovanni Toti, consigliere politico di Silvio Berlusconi, candidato per la circoscrizione del Nord-Ovest; Elisabetta Gardini (unica capolista donna) al Nord Est, già europarlamentare; il vicepresidente della Commissione Ue Antonio Tajani per il Centro; l’ex ministro e tuttora parlamentare alla Camera Raffaele Fitto al sud e Gianfranco Micciché, ex sottosegretario di Stato. Tra gli altri candidati: Iva Zanicchi, Paolo Guzzanti, Alessandra Mussolini, Clemente Mastella e Alessandro Cecchi Paone.  Nuovo Centrodestra/Udc: Il partito di Alfano,Ncd, ha deciso di schierare i ministri Maurizio Lupi (Infrastrutture) e Beatrice Lorenzin (Sanità), alla guida di Ncd per il Nord-Ovest e il Centro. Nel Nord-Est capolista sarà l’eurodeputato uscente Antonio Cancian. Frutto del tandem con l’Udc è invece il capolista al Sud, il presidente Lorenzo Cesa, mentre nelle Isole toccherà a Giovanni La Via a guidare l’alleanza Ncd-Udc. Tra gli altri candidati, per il Centro c’è un volto noto al mondo cattolico italiano: Carlo Casini, presidente del Movimento per la Vita. Qualche polemica per la candidatura di Giuseppe Scopelliti, ex sindaco di Reggio Calabria condannato a sei anni per abuso d’ufficio e falso.

PARTITO SOCIALISTA EUROPEO
È il secondo partito più numeroso e nel Parlamento europeo fa capo al gruppo parlamentare dei socialisti e democratici. Per l’Italia, ci sono: il Partito Democratico (che però non è ancora formalmente iscritto al Pse) e il Partito Socialista di Riccardo Nencini. Per il Pd, i capolista sono tutte donne, quattro parlamentari: la deputata Alessia Mosca (nordovest), la deputata Alessandra Moretti (nordest), la deputata Simona Bonafè (centro), Pina Picierno (sud), il magistrato Caterina Chinnici (Isole), figlia del giudice Rocco ucciso dalla mafia nel 1983. Tra gli altri candidati, l’ex ministro Cecile Kyenge, David Sassoli e l’ex ministro Flavio Zanonato. Anche il Südtiroler Volkspartei si presenterà in alleanza col Pd e potrebbe finire nel gruppo dei socialisti e democratici. L’eurodeputato uscente Herbert Dorfmann è il capolista delle Svp alle europee del 25 maggio.

LIBERALI E DEMOCRATICI
L’alleanza dell’Alde è il terzo gruppo per grandezza, con 83 deputati da venti Paesi. È un partito centrista e liberal-socialista; tra gli iscritti per l’italia, c’è l’Italia dei Valori: capolista per tutte le circoscrizioni è il segretario nazionale Ignazio Messina. Nel gruppo ci sono poi i liberali di Fare per fermare il declino e i Radicali italiani. Non è invece chiaro se Io Cambio, del creatore del metodo Stamina Davide Vannoni confluirà nell’Alde o no: il vicepresidente dell’Alde ha smentito che sia candidato in lista ma Vannoni aveva parlato di un candidato dell’Alde nel suo partito. Quello che è certo, è che il  Movimento associativo italiani all’estero (Maie) correrà con Io Cambio: Vannoni è secondo in lista nelle circoscrizioni nord ovest, est e centro, mentre è capolista al sud e nelle isole. Tra i candidati della circoscrizione nord ovest c’è anche l’ex presidente della Lega Nord Angelo Alessandri, terzo in lista. Candidato “spagnolo”, l’Italiano Franco Savoia candidato per la circoscrizione Sud.

CONSERVATORI E RIFORMISTI EUROPEI
Quarto gruppo per numero, con 57 deputati. Ci sono solo due italiani: Cristiana Muscardini, dei conservatori e social reformatori e Susy De Martini, ex Forza Italia. Quasi la metà dei deputati di questo gruppo è composta da conservatori inglesi.

LA SINISTRA EUROPEA
Questo gruppo riunisce 26 partiti della sinistra alternativa e progressista: non ci sono parlamentari italiani, ma al gruppo aderiscono Rifondazione Comunista e il Partito dei Comunisti Italiani.  Della stessa famiglia politica, la sinistra si presenta con la lista legata a Tsipras: in Italia la sostengono sia Sel, sia Rifondazione. I candidati capolista sono: Paola Morandin, operaia dell’Electrolux per collegio Nord Est; il giornalista Curzio Maltese per il Nord Ovest; la giornalista Barbara Spinelli per le Isole e per il Centro; il giornalista Ermanno Rea per il sud.

EUROPA LIBERTA’ E DEMOCRAZIA
Il gruppo del Meld conta 31 parlamentari: per gli italiani, è iscritta la Lega Nord e Magdi Allam, col suo Amo l’Italia che corre con Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni, più volte critica nei confronti del Ppe: a febbraio hanno annunciato l’uscita dai popolari. Fli-An ha quindi avuto una svolta più su posizioni euroscettiche; tra i candidati, c’è l’ex sindaco di Roma Giovanni Alemanno e l’ex sottosegretario alla Difesa Guido Crosetto. Il Meld è un gruppo euroscettico e ne fanno parte i partiti con questa posizione, come il Danish People’s Party (Dansk Folkeparti). La Lega candida invece Matteo Salvini capolista in tutte le circoscrizioni. Tra gli altri candidati, il sindaco di Verona Flavio Tosi e l’europarlamentare Mario Borghezio.

VERDI
I Verdi contano invece 58 deputati: nessun italiano, perché alle ultime elezioni i nostri connazionali non hanno superato la soglia di sbarramento.

 

Tra chi invece non ha ancora annunciato in quale gruppo confluirà, c’è il M5S di Beppe Grillo. Sul sito, il programma e i candidati: i capilista sono Gabriele Antonica al Nord Ovest, Marco Affronte al Nord Est, Laura Agea al Centro, Isabella Adinolfi al Sud e Ignazio Corrao alle Isole.

 

di Carolina Bertaggia

the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top