Home >> Dall'Italia >> Stampa all’estero: effettuati con cinque mesi di ritardo i pagamenti dei finanziamenti 2010
Stampa all’estero: effettuati con cinque mesi di ritardo i pagamenti dei finanziamenti 2010

La Fusie (Federazione Unitaria Stampa Italiana all’Estero) informa i suoi associati che “l’erogazione dei contributi per la stampa italiana all’estero e per l’estero, relativi all’anno di riferimento 2010, avverrà senza ulteriori ritardi, nonostante la apposita Commissione si sia riunita con circa 5mesi di ritardo“.

Ad assicurarlo alla Fusie, si legge nella circolare diffusa oggi, è stata la Presidenza del Consiglio dei Ministri, dopo una serie di incontri su questo tema.

“Come si ricorderà, – informa la Fusie – la Commissione che delibera sull’ammissione delle varie testate avrebbe dovuto riunirsi, come è consuetudine consolidata, nella prima quindicina di dicembre, si è riunita invece, per motivi di carattere tecnico, soltanto lo scorso 9 maggio”.

Già allora, la Fusie “sottolineò l’esigenza che il ritardo della Commissione non si riflettesse sui tempi di erogazione, rischiando di spostare  la liquidazione dei contributi nel 2013, vale a dire nel terzo anno dopo quello di riferimento”.

“Ora, – prosegue la circolare – stando alle assicurazioni ottenute presso il Dipartimento Editoria della Presidenza del Consiglio, questo rischio sarebbe stato scongiurato e i pagamenti avranno luogo entro gli stessi tempi dell’anno scorso”.

La Fusie, conclude la circolare, “pur esprimendo soddisfazione per tali assicurazioni”, invita “comunque tutti gli editori associati a segnalare situazioni e ritardi anomali”.

Fonte: (aise.it)

the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top