Home >> Cultura,Il Comites informa >> MADRID CITTÀ DANTESCA
MADRID CITTÀ DANTESCA

MADRID CELEBRA IL SETTIMO CENTENARIO DELLA MORTE DI DANTE ALIGHIERI (1321-2021) – Il mondo accademico e culturale di Madrid si uniscono per celebrare il Settimo Centenario della morte di Dante Alighieri (1321-2021).

Promosso dalla Asociación Complutense de Dantología dell’Universidad Complutense de Madrid, il programma è stato concepito con l’appoggio ufficiale dell’Ambasciatore d’Italia in Spagna e del Comitato Nazionale per la Celebrazione del Settimo Centenario della morte di Dante, che coordina le commemorazioni di quest’anno.

Il programma riunisce la partecipazione di numerose istituzioni e organizzazioni italiane e spagnole e comprende varie attività culturali: eventi accademici, conferenze, concerti, mostre, letture, spettacoli teatrali, e altri.

Tre università madrilene (l’Universidad Autónoma, l’Universidad Carlos III e l’Universidad Complutense), insieme al Círculo de Bellas Artes e all’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, formano il Comitato organizzatore dell’iniziativa.

Madrid, 4 febbraio 2021. Università, istituzioni culturali italiane e spagnole, organizzazioni, associazioni e imprese di Madrid si sono unite con l’obiettivo di creare un programma comune di eventi che trasformino Madrid in una vera «città dantesca» nel corso del 2021.

Da questa intensa e proficua collaborazione è nato un programma che prevede attività sia culturali e divulgative sia scientifiche e accademiche, riconosciute con il sostegno ufficiale del Comitato Nazionale Italiano per la Celebrazione dei 700 anni dalla morte di Dante Alighieri e con il sostegno dell’Ambasciatore d’Italia in Spagna, Riccardo Guariglia, che, durante la presentazione dell’iniziativa, svoltasi presso l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid, ha evidenziato: «Madrid città/ciudad dantesca è un progetto ambizioso in cui, per la prima volta, istituzioni, enti culturali e accademici italiani e spagnoli si uniscono per lavorare insieme, con il comune obiettivo di celebrare Dante Alighieri, una delle figure più importanti del patrimonio culturale non solo italiano, ma anche universale».

Oltre all’Ambasciatore italiano in Spagna, hanno partecipato alla presentazione di «Madrid Città Dantesca» Isabel María García Fernández, vicerettore di Cultura, Sport ed Estensione Universitaria dell’Università Complutense di Madrid; Marialuisa Pappalardo, direttrice dell’Istituto Italiano di Cultura di Madrid; Valerio Rocco Lozano, direttore del Círculo de Bellas Artes e Juan Varela-Portas, presidente dell’Associazione Complutense di Dantologia, che ha sottolineato come «per Dante, il pensiero e l’arte erano componenti fondamentali nella conformazione di una comunità civile giusta e felice. Penso che sarebbe orgoglioso di questa iniziativa di collaborazione e di comunanza che cerca di avvicinare la sua opera a tutta la società».

Tra le numerose attività in programma, ricordiamo: un ciclo di dieci lecturae Dantis che si svolgeranno il primo giovedì di ogni mese, in diverse librerie e istituzioni culturali di Madrid; l’inaugurazione, il 16 marzo, dello Spazio Dante e del Club di lettura dantesco presso l’Istituto Italiano di Cultura di Madrid; la celebrazione del Dantedì (25 marzo) presso la Biblioteca Nacional e con il concerto «La Vita nuova. Cantata per narratore, soprano e piccola orchestra», di Nicola Piovani, organizzato dall’Istituto Italiano di Cultura di Madrid all’Auditorio Nacional; i Congressi Internazionali «L’ombra sua torna. 2021: Dante, il Novecento e oltre», che si terrà ad aprile presso la Facoltà di Filologia dell’UCM, e «La modernidad de Dante», che si terrà dal 13 al 15 ottobre presso la Facultad de Filología della UCM e dal 18 al 19 ottobre presso la Universitat Autònoma de Barcelona; la mostra «Dante Alighieri en la Biblioteca Nacional de España: 700 años entre infierno y paraíso» (30 giugno-16 ottobre); la lettura continuata della Divina Commedia presso il Círculo de Bellas Artes (14 settembre); la giornata di studio e divulgazione «Il folle volo. Dante en Latinoamérica» (Casa de América, 20 ottobre); lo spettacolo teatrale «Las mujeres de Dante»; la mostra che si terrà al Centro de Arte Complutense da settembre: «Dante 700. Salvador Dalí. Divina Commedia»; e la presentazione della prima edizione spagnola corredata di note della Commedia a cura di Rossend Arqués, Chiara Cappuccio, Carlota Cattermole, Raffaele Pinto, Juan Varela-Portas e Eduard Vilella (Madrid, Akal, 2021).

Più di trenta attività con cui Madrid si unisce alle celebrazioni di Dante Alighieri, uno dei più grandi autori della storia della letteratura mondiale, figura fondamentale della nostra comune identità europea.

Organizzazioni partecipanti: Universidad Complutense de Madrid tramite la Asociación Complutense de Dantología; Universidad Carlos III de Madrid tramite l’Istituto Lucio Anneo Séneca; Universidad Autónoma de Madrid tramite l’Istituto La Corte en Europa; Universidad Politécnica de Madrid tramite il Grupo de Investigación LOCUS; Istituto Italiano di Cultura di Madrid; Biblioteca Nacional de España; Círculo de Bellas Artes; Casa de América; Società Dante Alighieri (Comitati di Madrid e Porto); Comitato degli Italiani all’Estero (COMITES) di Madrid; Scuole Italiane di Madrid; Instituto Europeo de Artes y Humanidades (INEAH); Librerie Enclave de Libros, Muga, Polifemo, La tres catorce, La Buena Vida, Rafael Alberti, La Central de Callao; Editoriales Akal, La Discreta; Asociación Italia Altrove; Galería de Arte Caaptalona.

Comitato organizzativo: Lorenzo Bartoli (Universidad Autónoma de Madrid), Michele Curnis (Universidad Carlos III de Madrid), Marialuisa Pappalardo (Istituto Italiano di Cultura di Madrid), Valerio Rocco (Círculo de Bellas Artes), Juan Varela-Portas (Universidad Complutense de Madrid).

Programma completo su: https://madridcittadantesca.org/

the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top