Home >> Dall'Italia,Notizie >> Bando del Ministero della Salute per rafforzare i legami con i Ricercatori all’estero

Rafforzare le capacità di collaborazione tra il sistema di ricerca nazionale e i ricercatori italiani all’estero. E’ una delle novità contenute nel Bando per la Ricerca Finalizzata per l’anno 2010, online sul sito internet del Ministero della Salute.

Il “Programma per la Ricerca Sanitaria Finalizzata 2010” intende promuovere la ricerca, seguendo gli obiettivi previsti nel Piano Sanitario Nazionale, fondamentali per ottimizzare i principali settori del Servizio Sanitario Nazionale.

I programmi interessano la ricerca finalizzata ordinaria e sono aperti a proposte di ricerca, prevalentemente traslazionali, in tutte le aree della ricerca biomedica. Le risorse ammontano, per l’esercizio in corso, a 83.127.000 di euro.

La ricerca, promossa dal Ministero della Salute, di concerto con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, e d’intesa con la Conferenza Stato – Regioni, viene finanziata ai sensi della vigente normativa (art.12 e 12/bis del D.Lgs.502/92 come modificato ed integrato dal D.Lgs.229/99), con risorse provenienti dal Fondo sanitario nazionale.

Tutti i ricercatori del SSN possono presentare i progetti accreditandosi presso i Destinatari Istituzionali: Regioni e Province Autonome, Istituto Superiore di Sanità, ex Istituto Superiore per la Prevenzione e la Sicurezza sul Lavoro, Agenzia per i Servizi Sanitari Regionali, Istituti di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico pubblici e privati, Istituti Zooprofilattici Sperimentali.

“Rispetto ai bandi precedenti – ha dichiarato il Ministro della Salute Prof. Ferruccio Fazio – questo bando intende  rafforzare le capacità di collaborazione tra il sistema di ricerca nazionale e i nostri ricercatori all’estero: è infatti prevista la riserva economica di 10 milioni per progetti di ricerca svolti in collaborazione tra ricercatori operanti nelle Istituzioni nazionali e ricercatori Italiani residenti stabilmente all’estero da almeno da tre anni”.

“Altri 5 milioni – ha aggiunto Fazio – sono stati poi riservati a progetti di ricerca in cui l’industria del settore biomedico italiano si impegnerà a cofinanziare con proprie risorse,  pari al finanziamento ministeriale, i progetti di ricerca che risulteranno vincitori. Prosegue inoltre l’impegno a favore dei giovani: anche questo bando destina oltre 30 milioni ai progetti di ricercatori di età inferiore ai 40 anni”.

Per quanto previsto dal Bando, Enti, istituzioni o imprese pubbliche o private possono concorrere al cofinanziamento delle linee di ricerca.

Nel Bando è anche inserita la lettera invito diretta ai giovani ricercatori di età inferiore a quaranta anni a cui sono riservati fondi per 30.627.000 euro.

Per quanto riguarda i progetti approvati nell’area clinico assistenziale le Regioni garantiranno il 50% del finanziamento attraverso procedure e con mezzi a loro congeniali.

La raccolta delle proposte è iniziata il 23 settembre scorso. Le proposte, pervenute nei termini stabiliti dal Bando, saranno valutate da esperti esterni  alla Commissione Nazionale per la Ricerca Sanitaria.

Per maggiori info è possibile consultare il link: http://www.salute.gov.it/bandi/programmaRicercaSanitaria2010.html.

(aise)

the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top