Home >> Dalle Associazioni,Notizie,Primo piano >> 23 aprile. Una festa popolare italiana a Lavapiés
23 aprile. Una festa popolare italiana a Lavapiés

Lavapies Madrid

 

Nella giornata del 23 aprile la associazione Madrid si muove un’altra Italia – En Madrid otra Italia nell’ambito delle manifestazioni Italia_R-eXistencias_2016, celebra una festa popolare italiana a Lavapiés, centrico barrio madrileno, dove convivono pacíficamente oltre 100 popoli di diversa provenienza e cultura.

Il 25 di aprile in Italia è festa. Non si va a scuola nè a lavoro. Si raggiungono i luoghi di lotta antifascista e di Resistenza partigiana, dove si perpetrarono eccidi e stragi da parte nazifascista. Una festa istituzionale e popolare dove canti, balli, cibo accompagnano il cammino a piedi, che spesso si intraprende a piedi. Sempre più numerosi i giovani e le giovani che vi prendono parte. Vi si ricordano fatti e nomi per non dimenticare che il fascismo è volontà di eliminazione di altri esseri umani, come diceva Pertini, antifascista e presidente delle Repubblica Italiana, ai ragazzi ed alle ragazze che incontrava.

Chi rese possibile che la libertà ed i diritti umani e sociali diventassero la base futura del nostro vivere in pace dopo la II guerra mondiale ed i totalitarismi che si erano imposti, seminando dolore e distruzione, merita non solo di essere ricordato ma celebrato e festeggiato.

Il 23 aprile, dopo aver reso omaggio all’antifascismo italiano in Spagna, i festeggiamenti proseguiranno con canti, poesie, letture, riflessioni, radio in diretta e tanto altro presso il mercado de San Fernando (c/Embajadores 41). La festa continuerà nel tardo pomeriggio presso la sala 3peces3 (Calle 3 Peces, 3, 28012 Madrid, metro Anton Martin Linea 1).

In mattinata, per la giornata spagnola del Libro 2016, è stata organizzato un’iniziativa per bambini e per bambine. Sarà letto in anteprima, in italiano ed in spagnolo, il libro Il viaggio, dell’illustratrice Francesca Sanna, 24 anni cagliaritana che vive e lavora in Svizzera ma ha cuore e radici in Sardegna. è stata la vincitrice dell’Oscar della Society of Illustrators di New York. Con la sua matita ha illustrato questo racconto per bambini sulla drammatica fuga di una famiglia dalla Siria. Un delicato racconto sul viaggio forzato che rende possibile il dialogo con l’infanzia sulle terribili conseguenze della guerra.

Italia_R-eXistencias si tiene ormai da sei anni a Madrid in date significative per la storia del movimento popolare italiano. Il 25 di aprile, festa di liberazione dal fascismo e l’8 maggio, giorno in cui la mafia assassina un giovane giornalista e politico siciliano, Peppino Impastato. Un modello di vita e di comportamento per migliaia di giovani, oggi.

En Madrid otra Italia contribuisce pertanto a fare ponte di memoria in terra iberica dove l’antifascismo italiano venne a difendere il popolo spagnolo con oltre 4000 presenze. Uomini e donne, spesso giovanissimi ma non solo, che poi ritroviamo nella resistenza antifascista d’Europa e d’Italia. Soffrirono violenze indicibili ma donarono la vita per il futuro dell’umanità dovunque ce ne fosse bisogno.

I soci e simpatizzanti credono, nel solco della lotta antifascista, nel valore della memoria che fattivamente contribuisce a costruire un presente ed un futuro di convivenza pacifica nel rispetto delle vittime. Per raccontarsi e relazionarsi, scelgono spazi di cultura e di riflessione in ambito accademico e librario. Si mescoliamo con altre R-eXistencias dando visibilità al coraggio ed alle capacità di emancipazione del popolo italiano, tra passato e presente, in relazione con altri popoli.

Fin dalla prima programazione hanno messo l’arte al centro, da sempre il modo più umano e coinvolgente di comunicare la storia e la cultura di un popolo.

Vi ricordiamo che il programa proseguirá con due proiezioni cinematografiche, inedite in Spagna, che si terranno in anteprima durante le serate organizzate con la Scuola Italiana di Madrid e con il Com.It.Es di Madrid che prevedono per martedì 26 aprile, con inzio alle ore 18 (Aula magna Scuola Italiana di Madrid) il film, L’uomo che verrà di Giulio Diritti e Martedì 3 maggio, inizio ore 19 (Aula magna Scuola Italiana di Madrid) il docu-film 1893. L’inchiesta. che contribuiscono a fare luce sulla storia popolare italiana, ancora in parte sconosciuta, tra fine 800 e II guerra mondiale, dando voce alle comunità vittime di rappresaglie. Le proiezioni verranno ospitate anche in altri spazi.

Da non dimentircare che mercoledì 20 aprile alle 22 ci sará il concerto di musica salentina dei Khaossia presso il Rincón del Arte Nuevo, Calle Segovia, 17 a Madrid.

Per ottenere una delle 2 entrate gratuite e per tutta la programmazione di Italia_R-eXistencias_2016 visitate il blog amadridsimuoveunaltraitalia.wordpress.com o in facebook.com/events/602089783284445/

Per contatto o partecipare con Ass. A Madrid si muove un’altra Italia – En Madrid otra Italia scrivete a enmadridotraitalia@gmail.com

the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top