Home >> Comites Madrid,Cultura,Il Comites informa >> “L’ultimo Raffaello” dal 12 giugno al Museo del Prado
“L’ultimo Raffaello” dal 12 giugno al Museo del Prado

È stata inaugurata ieri, 11 giugno, dal presidente della Camera, Gianfranco Fini, e dalla Regina Sophia di Spagna L’ultimo Raffaello”, una delle mostre più importanti mai dedicate al pittore italiano e al suo laboratorio che sarà ospitata dal Museo del Prado di Madrid sino al 16 settembre prossimo.

Raffaello Sanzio (Urbino, 1483 – Roma, 1520) è stato uno degli artisti più influenti della storia dell’arte. La mostra di Madrid, organizzata in collaborazione con il Museo del Louvre dove approderà in autunno, è incentrata per la prima volta sull’ultima tappa creativa del grande pittore rinascimentale, considerata dagli storici dell’arte la più matura della sua produzione, e presenta le opere prodotte a Roma negli ultimi anni della sua carriera artistica.

Un viaggio attraverso oltre settanta opere, tra dipinti e disegni, che seguono un percorso cronologico degli ultimi sette anni di attività del maestro urbinate: dall’inizio del pontificato di Leone X nel 1513, quando Raffaello iniziò a lavorare per il Vaticano in parallelo ad altri importanti artisti italiani, come il suo principale rivale Michelangelo e Sebastiano del Piombo, sino alla morte dell’urbinate nel 1520.

A Madrid si possono ammirare, tra gli altri, la Pala di Santa Cecilia (1515-1516), conservata nella Pinacoteca Nazionale di Bologna ed esempio di singolare bellezza ed armonia, ed il sereno ritratto di Baldassarre Castiglione (1519), suo caro amico, proveniente dal Louvre. Ed insieme alle opere del maestro, anche quelle dei suoi discepoli Giulio Romano (1499-1546) e Giovanni Francesco Penni (1488-1528), che, sotto lo stretto controllo di Raffaello, prestarono la loro opera nella sua bottega e parteciparono attivamente agli ultimi lavori del Maestro, del quale ereditarono il contributo intellettuale ed estetico dopo la morte.

La mostra si sposterà ai primi di ottobre negli spazi del Museo del Louvre di Parigi.

Fonte: (aise.it)

 

the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top