Home >> Dalle Associazioni >> Talent in Sardinia. Il nuovo progetto per gli emigrati sardi lanciato da Crei Acli
Talent in Sardinia. Il nuovo progetto per gli emigrati sardi lanciato da Crei Acli

Il Crei Acli Sardegna intende avviare un progetto rivolto a giovani emigrati o figli di emigrati, di età compresa tra i 18 e i 35 anni, che attualmente svolgono la propria attività professionale all’estero, che intendono condurre una propria ricerca o avviare un’attività di collaborazione e cooperazione con la Sardegna. Le proposte dovranno essere presentate on-line direttamente dal giovane, che assumerà il ruolo di referente e avrà l’opportunità di condurre un progetto sotto la propria responsabilità.

Obiettivi
Obiettivo finale del progetto è attrarre in Sardegna almeno 10 giovani, il cui intervento è finalizzato all’attivazione di processi di promozione culturale, turistica, enogastronomica, sociale, imprenditoriale, contribuendo a creare una nuova generazione di talenti, sviluppando il livello di innovatività e promuovendo lo sviluppo dell’economia regionale.
Nello specifico si intende:
– favorire lo sviluppo di idee e progetti innovativi per la Sardegna;
– contribuire alla modernizzazione del sistema socio-economico locale;
-creare reti e partnership internazionali.
Le fasi del progetto
Il progetto si svilupperà nelle quattro fasi descritte di seguito:
1. Candidatura
Giovani emigrati o emigrati (1^ e 2^ generazione) possono partecipare al programma presentando la propria candidatura attraverso il modulo di iscrizione on-line.
Il CREI ACLI SARDEGNA sarà responsabile di verificare le domande e, in caso queste soddisfino i requisiti previsti, di accettarle.
2. Selezione
Il termine ultimo per presentare le domande è fissato al 20 maggio 2019, dopo di che, dal 21 maggio una commissione di valutazione procederà alla selezione delle domande pervenute e verifica dei requisiti di ammissione.
3. Impegno e preparazione
Le parti coinvolte (Crei Acli Sardegna, giovane emigrato) redigeranno un progetto di “Impegno per lo sviluppo dell’idea”, in cui si descriveranno il programma lavorativo/ formativo, i compiti, le responsabilità, i risultati attesi, le condizioni organizzative dello scambio. Il Crei Acli Sardegna , inoltre, organizzerà attività come corsi di formazione, accompagnamento per facilitare l’esperienza.
4. Realizzazione dello scambio
Il soggiorno si svilupperà in un unico intervallo di tempo (da un minimo di 2 settimane a un massimo di 4). I responsabili dello scambio verificheranno la qualità dell’attività e ne valuteranno i risultati.
Il Crei Acli Sardegna, nel processo di analisi ed esame delle proposte ricevute e, quindi, di assegnazione del voucher di ospitalità, farà riferimento ai criteri di valutazione di seguito elencati.
Il processo di valutazione sarà supportato da esperti competenti in ciascun settore di intervento.
Oltre alla qualità del curriculum del referente, verranno valutati positivamente i progetti che, nel pieno rispetto dei requisiti previsti dal presente Bando:
a) dimostrino un’approfondita conoscenza del campo e/o settore di interesse e presentino in modo chiaro gli obiettivi del progetto;
b) prevedano una strategia di intervento pertinente ai problemi e ai bisogni individuati ed efficace per il raggiungimento dei risultati previsti;
c) propongano una adeguata illustrazione dell’idea, con obiettivi chiaramente formulati, attività da sviluppare, risorse (economiche e professionali) da utilizzare e i tempi adeguati per il loro raggiungimento, identificando idonee modalità di monitoraggio e valutazione;
d) assicurino un efficiente utilizzo delle risorse per il raggiungimento dei risultati attesi;
e) siano caratterizzati da contenuti di qualità, innovatività e concreta applicabilità;
f) siano in grado di generare un impatto potenzialmente rilevante dal punto di vista culturale, socioeconomico, turistico, ad esempio, in termini di opportunità di crescita per l’economia della Sardegna e per il mercato del lavoro o di possibile trasferimento di buone prassi;
g) prevedano partnership o forme di collaborazione con strutture, enti e organizzazioni, italiane e/o straniere;
h) favoriscano la partecipazione attiva di enti del terzo settore e la collaborazione con il mondo
imprenditoriale, delle istituzioni e della ricerca;
i) prevedano un piano sostenibile al fine di garantire la continuità del progetto;
j) prevedano un piano di comunicazione efficace per la promozione, volto a favorire la condivisione e la diffusione dei risultati.
Impegno e aspetti finanziari
L’impegno assunto dal giovane selezionato con il Crei Acli Sardegna si compone di due elementi fondamentali:
1. Un impegno per la qualità, riassunto in un documento sottoscritto dalle parti (il giovane emigrato, e il CREI) che definisce gli obiettivi dello scambio, il programma di attività, le rispettive responsabilità, i risultati attesi, la durata del soggiorno e le date di inizio e di fine previste;
2. Un accordo di sostegno al giovane, firmato da quest’ultimo e dal Crei Acli Sardegna che comprende l’ospitalità (vitto e alloggio), accompagnamento (tutoraggio e formazione), la copertura del 70% delle spese di viaggio fino ad un massimo di 600 euro per i paesi extra UE, e 300 euro per i paesi UE.
Le spese di viaggio verranno rimborsate dopo la presentazione delle carte d’imbarco a/r.
Termini per la presentazione delle candidature Candidature: dal 20/04/2019 al 20/05/2019
Stage: dal 15 giugno al 15 luglio 2019 – dal 1 settembre al 15 ottobre 2019

the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top