Home >> Dalle Associazioni,Il Comites informa >> Gli italiani all’estero: un’importante risorsa per la crescita economica
Gli italiani all’estero: un’importante risorsa per la crescita economica

La crisi colpisce duro, ma l’Italia ormai si è accorta di avere un’importante risorsa sulla quale far leva per sostenere la crescita economica: gli italiani all’estero. Parliamo di un gruppo di 80 milioni di persone, secondo quanto confermano i numeri del VI rapporto della Fondazione Migrantes sull’emigrazione. Si tratta di oriundi che vivono in differenti nazioni del mondo: la maggior parte è concentrata in Brasile, Argentina e Stati Uniti.

Il tema è così importante che il Belpaese ha deciso andare oltre i confini regionali e far sì che i coordinamenti locali che si occupano dei connazionali all’estero dialoghino tra loro e insieme possano individuare le nuove sfida per l’Italia tutta – come successo a Bologna lo scorso 4 maggio, in occasione del Coordinamento dei Rappresentanti delle Consulte regionali dell’emigrazione. Un evento realizzato grazie all’impegno della presidente della Consulta degli emiliano-romagnoli nel mondo, Silvia Bartolini. Uno dei temi principali discussi nel corso dell’incontro è stato quello dell’informazione e della comunicazione regionale.

La Toscana, ad esempio, punta su un nuovo sito web che sarà lanciato a breve dove sono protagonisti anche gli italiani “temporaneamente all’estero”, come spiega il vicepresidente vicario dei toscani nel mondo, Nicola Cecchi: “Sono soprattutto i “temporaneamente residenti all’estero” a costituire una nuova ragione di interesse per gli strumenti di comunicazione della nostra Regione”.

In un’intervista realizzata a Firenze questa settimana, Silvia Bartolini ha evidenziato ancora una volta, il ruolo fondamentale degli italiani che vivono all’estero: “Sono una leva per uscire della crisi. Forse a tempi lunghi, non breve, però è una risorsa molto importante. Per prima cosa bisogna prendere coscienza dei numeri, stiamo parlando di un centinaio di milioni di italiani discendenti nel mondo che costituiscono una realtà molto articolata, fatta anche di parlamentari di origine italiana e imprenditori, quindi sono uno strumento importante”.

Il Cavaliere Vincenzo R. Marra, presidente e founder dell’Italian Language Inter-Cultural Alliance a New York, parla della sua esperienza personale: “Gli italiani all’estero non sono solo una realtà, ma sono una grandissima opportunità. Ad esempio, io pago l’Imu e come me, tutti quelli che sono all’estero, hanno una casetta in Italia e solo quel valore oggi porta un’iniezione di grande fiducia – noi la chiamiamo dollaro e centesimi – e quindi questo già è una testimonianza di quello che gli italiani all’estero possono fare.”

Fonte: (Roberta Ristori-Toscaninelmondo.org)

 

the author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Top